castello






 
Chiesa






 
Oratorio

 
Area Monumentale

Area_Monumentale

Il castello dei Del Carretto

Sorto, presumibilmente, attorno al sec. X, questo castello raramente citato in documenti anteriori al sec. XV. Nel 1434, in una convenzione tra popolo e feudatario, scaturisce l'obbligo per la gente di Murialdo della manutenzione del castello. Il 25 Luglio del 1573, in occasione di una visita pastorale, si censiscono le chiese di Murialdo; tra queste di trova: "Santa Maria Maddalena in Castro dicti loci". Grazie a quest'ultimo dato, sappiamo che le mura del ricetto cingevano anche la cappella, rendendola propria del castello. Il 24 Gennaio 1605, Scipione Del Carretto consegna le sue propriet a Sua Altezza Serenissima il Duca di Savoia. Dall'analisi dell'impianto planimetrico, si possono rilevare almeno  tre fasi di costruzione. Elemento assai caratteristico un muro fortemente scarpato; al suo interno ricavato un vano, dotato di finestre nate in diversi periodi: superiormente sono le feritoie strombate solo nelle spalle, adatte all'utilizzo di balestre o altre armi simili.

 

La chiesa di San Lorenzo

E' una delle tre parrocchie di Murialdo. L'11 gennaio 1440, gli uomini di Murialdo vengono autorizzati a costruire una nuova chiesa. La costruzione avviene probabilmente sulle fondamenta dell'edificio precedente e termina nel 1445, come testimonia l'epigrafe sul portale. Nel 1795, la chiesa viene fortemente danneggiata dalle battaglie napoleoniche anche se non viene distrutta del tutto. La copertura costituita da tre volte a crociera. La navata centrale, impreziosita da un pulpito barocco che fascia la preesistente struttura originale appoggiata su una longilinea colonnina, termina nell'arco trionfale. Il rosone sopra il portale di origine '400esca. Il campanile a base quadrata, impostato sulla campata terminale della navata destra. Il fonte battesimale, scolpito con un unico bloccato di arenaria, stato recuperato nel cimitero sottostante la chiesa. 

 

L'oratorio di Sant'Agostino 

L’'oratorio (anteriore al 1573) costruito sul pendio sopra a S. Lorenzo. L'edificio a pianta rettangolare, con navata unica coperta da tre volte a crociera. Innalzato di tre gradini, si trova il presbiterio, la cui volta a crociera impostata su pianta quadrata. In questa posizione situata un'edicola contenente la statua di S. Agostino. La facciata in pietra, intonacata solo fino all'inserimento di travi lignee, atte a sostenere l'antistante portico insieme a due pilastri. La decorazione pittorica in Sant'Agostino doveva essere vivace ed emozionante e occupava probabilmente le pareti laterali dell'oratorio in tutta la sua lunghezza; una vera e proprio "rappresentazione", teatralmente distribuita negli episodi salienti del Calvario di Cristo. Il Cristo crocefisso presenta un'anatomia evidente, piuttosto geometrica, ancora impostata su modelli di fine '400.

 
     
LogoDeMari  
 
  Site Map